Dott. Francesco Saverio Mari
Dott. Francesco Saverio Mari

Sospensione degli Organi Pelvici

Pelvic Organs Prolapse Suspenction

 

La sospensione degli organi pelvici anche detta POPS è una procedura chirurgica che prevede la sospensione del pavimento pelvico prolassato attraverso l'utilizzo di una rete protesica sagomata a V.

Le indicazioni a questo intervento sono la presenza di un prolasso della componente anteriore e media del pavimento pelvico (utero-vagina e vescica). In presenza di un prolasso tricompartimentale del pavimento pelvico (cioè anche della componente posteriore) a questa procedura può essere associato anche un intervento per la correzione del prolasso rettale.

Questa tecnica sfrutta il ruolo di pivot centrale del pavimento pelvico dell'utero o in sua assenza della cupola vaginale, andando a correggere la discesa del pavimento pelvico tramite la creazione de novo dei legamenti sospensori dell'utero. Questo intervento è eseguibile sia per via laparoscopica che robotica e prevede la creazione di sole 3 piccole incisioni di 5-8 mm sull'addome (una nascosta all'interno della cicatrice ombelicale) a cui vanno aggiunte altre 2 piccole incisioni (meno di 5 mm) sull'addome a livello delle spine iliache. Normalmente questo intervento non è seguito da un dolore postoperatorio significativo e prevede una degenza di solo una notte di ricovero. Abitualmente dopo pochi giorni è possibile riprendere una vita normale.

 

 

 

VIDEO

 

 

Descrizione dell'intervento:

L’intervento inizia praticando la prima incisione di circa 8-10 mm a livello della cicatrice ombelicale in cui viene inserita la telecamera che consentirà la visione durante la procedura. Vengono poi praticate altre 2 piccole incisioni (5 mm) sul fianco destro e sinistro attraverso le quali vengono intrdotti gli strumenti chirurgici necessari per la procedura.

La procedura prosegue verificando la presenda del prolasso del comparto anteriore e medio del pavimento pelvico e valutandone l’entità.

E' quindi possibile creare una tasca a livello del fornice vaginale anteriore e quindi alloggiarvi il vertice della protesi fissandola con alcuni punti. 

Vengono quindi praticate 2 piccole incisioni a livello delle spine iliache attraverso le quali viene creato un tunnel nel preperitoneo fino alla tasca e quindi afferrati i capi della protesi questi vengono trazionati nel tunnel e quindi fissati alla parete addominale. Durante questa procedura sempre sotto diretta visione viene calibrata la tensione desiderata sulla protesi e quindi valutare quanto sospendere il pavimento pelvico in modo da correggere il prolasso degli organi interessati.

 

 

Relazione da me tenuta sulla POPS al workshop Proctological and Pelvic Floor Diseases organizzato dall'Azienda Ospedaliera-Universitaria Pisana

Prendi un appuntamento

chiama il 

391 7571510

oppure

Clicca qui

 

Dove trovarmi:

Svolgo quotidianamente la mia attività professionale presso:

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea

Via di Grottarossa 1039, Roma

Casa di Cura Quisisana

Via G.G. Porro 5, Roma

Visite, Manometria Anorettale, Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Interventi chirurgici, chirurgia e medicina estetica intima.

 

Ambulatorio

Venerdì ore 14.00-20.00 Previo Appuntamento

Casa di Cura Mater Dei

Via A. Bertoloni 34, Roma

Solo Attività Chirurgica

Centro MEDICA

V.le Le Corbusier 39,Latina

Visite, Manometria Ano-rettale, Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Medicina estetica intima.

 

Ambulatorio

Martedì pomeriggio  

previo appuntamento

Poliambulatorio Galeno

Via Trento 52, Fondi (LT)

Visite, Manometria Ano-rettale, Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Medicina estetica intima.

 

Ambulatorio

Giovedì pomeriggio  

previo appuntamento

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Francesco Saverio Mari