Dott. Francesco Saverio Mari
Dott. Francesco Saverio Mari

Il colon, il retto e l’ano 

fanno parte dell’ultimo tratto dell’apparato digerente, definito intestino crasso di cui il colon rappresenta i primi 1,5-1,8 metri e il retto e l’ano gli ultimi 20 cm. 

Il Colon viene suddiviso in:

Cieco in cui sbocca l’intestino tenue attraverso una valvola (valvola ileociecale) e dal cui fondo origina l’appendice.

Colon Ascendente (colon destro) che risale verso il fegato dove forma una piega (flessura epatica o flessura destra).

Colon Trasverso disposto trasversalmente da un lato all’altro della addome e sospeso da una serie di legamenti (epato-gastro-duodeno-colico e gastro-spleno-colico). Questo tratto termina al di sotto della milza dove forma una curva (flessura splenica o flessura sinistra)

Colon Discendente (colon sinistro) che da sotto alla milza discende adeso alla parete addominale laterale sinistra fino allo scavo pelvico dove perde la connessione laterale e forma una “esse” terminando nel retto (Colon Sigmoideo o Sigma).

Il Retto viene solitamente suddiviso in 2 tratti, il primo (retto intraperitoneale) è la prosecuzione del Sigma a livello dello scavo pelvico, è rivestito dalla sierosa ed è in contatto con la cavità addominale.

Il retto intraperitoneale continua tuffandosi nella pelvi dove viene avvolto da un tessuto grassoso (Mesoretto) attraverso il quale passano i vasi sanguigni e linfatici e le fibre nervose ad esso associati. Questo tessuto riveste un ruolo fondamentale nella chirurgia resettiva del cancro del retto sottoperitoneale. L’ultimo tratto del retto che termina con l’ano e rivestito da fibre muscolari (i muscoli dell’elevatore dell’ano) che svolgono un importante funzione nei meccanismi di defecazione e continenza.

L’Ano o canale anale è avvolto da 2 strati di fibre muscolari, gli sfinteri anali (interno ed esterno) che regolano con la loro contrazione o rilasciamento la funzione evacuativa. Il canale anale è caratterizzato dalla presenza nel tessuto sottocutaneo di plessi venosi molto sviluppati (le Emorroidi).

Il Colon non assolve un ruolo fondamentale nell'assorbimento dei nutrienti, ma si occupa dell'assorbimento di acqua, sale e di sintetizzare, grazie alla flora batterica qui presente, alcune vitamine liposolubili essenziali, a partire dalle sostanze di scarto, prima che siano eliminate dall'organismo. Il retto svolge un ruolo fondamentale nell'eliminazione dei residui attraverso la regolazione della defecazione grazie al riconoscimento del tipo di contenuto (aria, liquido, solido), alla generazione dello stimolo evacuativo ed alla gestione assieme all'ano  della continenza-defecazione mediante l'azione dei muscoli ad essi associati.

La parete del colon è formata da 4 strati principali: 

La mucosa del colon e costituita da villi (estriflessioni digitifomi) che hanno la funzione di aumentare la superficie di muscosa per centimetro quadrato intervallati da cripte. Questo strato è costituito essenzialmente da cellule epiteliali che hanno il compito di riassorbire acqua ed elettroliti e cellule caliciformi mucipare che hanno il compito di lubrificare il colon secernendo muco.

La sottomucosa costituita principalmente da tessuto connettivo ricco di vasi sanguigni, linfatici e nervi.

La muscolare costituita da 2 gruppi sovrapposti di fibre muscolari orientate trasversalmente nello strato profondo e longitudinalmente nel superficiale. Questo strato regola la motilità intestinale (peristalsi).

La sierosa che costituisce il rivestimento superficiale dell’organo e che secerne siero pe mantenere la lubrificazione della cavità addominale. Questo strato corrisponde al peritoneo viscerale.

Vascolarizzazione

Il colon è vascolarizzato da 2 arterie originanti direttamente dall’aorta: l’arteria mesenterica superiore e l’arteria mesenterica inferiore.

 

L’arteria mesenterica superiore origina dall’aorta subito al di sotto del tripode celiaco ed irrora con i suoi rami (arteria ileo colica, arteria colica destra, arteria colica media) il cieco, il colon ascendente ed il colon trasverso.

 

L’arteria mesenterica inferiore origina qualche centimetro al di sotto della mesenterica superiore e da rami (arteria colica sinistra, arterie sigmoidee, arteria rettale superiore) che vanno ad irrorare il colon discendente, il sigma e la porzione superiore del retto. 

Drenaggio Linfatico

Lungo il decorso delle arterie che irrorano il colon si trovano le stazioni linfonodali di drenaggio del colon. Queste hanno particolare significato nella chirurgia per le neoplasie del colon perché vanno asportate per una corretta pulizia oncologica e per eseguire una completa valutazione sull’estensione del tumore (Stadiazione).

Prendi un appuntamento

chiama il 

391 7571510

oppure

Clicca qui

 

Dove trovarmi:

Svolgo quotidianamente la mia attività professionale presso:

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea

Via di Grottarossa 1039, Roma

Casa di Cura Quisisana

Via G.G. Porro 5, Roma

Visite, Manometria Anorettale, Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Interventi chirurgici, chirurgia e medicina estetica intima.

 

Ambulatorio

Venerdì ore 14.00-20.00 Previo Appuntamento

Casa di Cura Mater Dei

Via A. Bertoloni 34, Roma

Solo Attività Chirurgica

Centro MEDICA

V.le Le Corbusier 39,Latina

Visite, Manometria Ano-rettale, Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Medicina estetica intima.

 

Ambulatorio

Martedì pomeriggio  

previo appuntamento

Poliambulatorio Galeno

Via Trento 52, Fondi (LT)

Visite, Manometria Ano-rettale, Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Medicina estetica intima.

 

Ambulatorio

Giovedì pomeriggio  

previo appuntamento

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Francesco Saverio Mari